Un viaggio culinario alla riscoperta dell’Italia.

Puoi comprarti uno fidget spinner ricoperto d’oro.

Oppure per gli stessi soldi puoi comprarti una bici, una GoPro, e tutta l’attrezzatura del mondo.

Oppure comprarti una montagna di utensili da cucina, spezie, pentole, un forno con molte funzioni.

Puoi farti dare un passaggio da un amico, prendere un biglietto del treno e partire per un viaggio. Conoscere nuove persone, assaggiare nuovi piatti, condividere conoscenze, creare nuove pietanze.

E’ così che è partita la mia collaborazione con SoloAround il blog di Riccardo Mazzolo.  

 

 

Biking Italy Tour è un viaggio di 40 giorni lungo tutta l’Italia in sella ad una bicicletta, per un totale di 2400 kilometri attraverso 14 regioni.

Ho deciso di intraprendere questa avventura con Riccardo in questa riscoperta, perché il viaggio può avere molte forme e quando si torna non si è mai gli stessi. 

E’ per questo che abbiamo deciso di darti 9 consigli “ad hoc” per assaggiare cibi non solo tipici ma di alta qualità in alcune città d’Italia.

Dove possibile Riccardo testerà i piatti di persona e ci farà sapere cosa ne pensa.

 

9 ricette e 9 luoghi dove assaggiarle.

 

Siete pronti ad affrontare questa impresa?

Nuovi occhi per il nostro BelPaese.

 

Sarà una continua scoperta. Una riscoperta.

Eh si, in fondo il viaggio consiste non nel cercare nuove terre ma nella capacità di vederle con occhi nuovi.

Ed anche io in cucina ho intrapreso un percorso che mi sta mostrando con nuovi occhi il mondo del food.

Passione e condivisione. E’ questo che ci accomuna.

Ed è così che inizia questo “viaggio” nel nostro Paese, l’Italia.

 

1 TAPPA: GENOVA

Riccardo si è recato da:

 

Da Boris

Via Montebruno, 9 R, 16139, Genova  +39 010 810916

 

  

 

Focaccia al Formaggio

 

Forse non lo sai, o non ci pensi spesso ma ogni ricetta ha la sua storia.

Lascia che te la racconti.

 

Anche i neofiti della buona tavola l’hanno sentita nominare una volta nella vita:

la focaccia ligure (o fûgassa).

C’è da dire che nel Medioevo, i cosiddetti “Saraceni” provenienti dalla penisola Araba hanno causato la nascita di questa Focaccia 2.0 (quella al formaggio);

Infatti, proprio per difendersi da loro, le popolazioni che abitavano Genova e limitrofi si rifugiarono nell’entroterra e portarono con loro il cibo indispensabile per sopravvivere:

 

FARINA

FORMAGGIO

OLIO

 

Ora… nel paese di Recco ne hanno fatto un’arte. 

Se non sai dov’è al link si aprirà la cartina di Google Maps.

Grazie al Consorzio Focaccia col Formaggio di Recco, la Focaccia di Recco si fregia dal 2011 del marchio IGP italiano (anche se la possiamo trovare sotto il nome di focaccia al formaggio un po’ in tutta la zona attorno a Genova).

 

Foodo ha mandato in missione a provarla per voi l’instancabile Riccardo Mazzolo SoloAround, che durante il suo “Biking Italy Tour” di 40 giorni ha fatto tappa in quel di Genova e che se l’è gustata proprio volentieri (link video / instagram).

Noi vi consigliamo di fare come lui, e se non avete la possibilità di andare direttamente a Recco, vi consigliamo di provare quella “Da Boris” in Via Montebruno, 9R a Genova.

 

Alternativamente potete testare la vostra creatività e la voglia di mettervi alla prova con questa facile ricetta:

Ingredienti

 

  • 500 g di farina 00 o Manitoba
  • 50 ml olio EVO
  • Acqua minerale naturale
  • 1 kg di formaggio fresco (es. stracchino)
  • sale

 

Preparazione

 

1- Su un piano da lavoro di legno iniziare a lavorare insieme gli ingredienti (farina, acqua, olio evo e sale) fino ad ottenere un impasto omogeneo e leggermente colloso.

2- Lasciare a riposare per mezz’ora l’impasto a temperatura ambiente e sotto un panno leggero di cotone.

3- Dopo mezz’ora, prendere una metà dell’impasto realizzato e iniziare a lavorarla con le mani facendola ruotare fino ad ottenere una forma circolare di uno spessore di pochi millimetri (dovrà essere molto sottile, quasi trasparente ma senza buchi).

4- Ungere una teglia cilindrica della dimensione di 60 cm di olio EVO e adagiare la prima sfoglia realizzata sul fondo.

5- Tagliare a pezzetti il formaggio fresco e distribuirlo su tutta la superficie dell’impasto.

6- Prendere la seconda parte di pasta e fare la stessa cosa di prima realizzando una forma circolare.

7- Posizionare la nuova sfoglia sopra al formaggio e schiacciare con le dita i bordi in modo tale da uniformarli ed impedire al formaggio di fuoriuscire dai bordi in cottura.

8- Cospargere di olio EVO e bucherellare leggermente con le dita la superficie.

9- Infornare ad una temperatura elevata di 240°-320° per 4-8 minuti fino a che la superficie non sarà dorata.

 

E adesso arriva il bello.

 

Il Biking Italy Tour con Riccardo continua il 4 settembre con la 2° tappa: Torino.

Sceglierò una tipica ricetta Piemontese, se sei curioso continua a seguirci qui e nei nostri canali social.

Durante il viaggio ti faremo scoprire nuovi dettagli che non avevi mai preso in considerazione, per nulla scontati. Ti sveleremo alcuni segreti della cucina tipica e ti mostreremo preziosi angoli magici che ti mozzeranno il fiato.

 

Un viaggio

di mille miglia comincia

sempre con il primo passo. (o pedalata :D)

Lao Tzu

 

Come sempre se avete domande o suggerimenti scrivetemi nell’apposito form di contatto oppure commentate qui sotto.

Contattami